• Home
  • Santi Faustino e Giovita ad Adrara San Rocco

Chiesa dei Santi Faustino e Giovita ad Adrara San Rocco

 

Ubicazione
La chiesa dei Santi Faustino e Giovita si trova in posizione dominante dove la strada che risale la valle di Adrara raggiunge la Val Cavallina. Le fonti scritte ne attestano l’esistenza solo dal XIV secolo ma dall’ultimo restauro (2003-2005) sono emersi resti della piena età romanica, databili intorno al XII secolo e oggi visibili lungo la parete meridionale. Si può forse ipotizzare che la data di fondazione sia il 1051, anno che il parroco di Adrara San Rocco, don Giovanni Battista Corna, lesse sull’intonaco della facciata in occasione dei restauri che interessarono la chiesa nel 1776, e che fece poi incidere sull’architrave del portale d’ingresso. Attualmente si legge "ERAT 1051, REFECTA 1776". Nel 1911, nel corso di un altro intervento di restauro, venne trovata sul tetto una tegola di reimpiego con iscritto nuovamente 1051. Nonostante questa coincidenza, non essendoci riscontri documentari non è comunque possibile avere la certezza assoluta che questa sia la data di fondazione.

Santi a cui è dedicata la chiesa
La chiesa è dedicata ai Santi Faustino e Giovita, due giovani cavalieri, convertiti al cristianesimo, tra i primi evangelizzatori del Bresciano e morti martiri tra il 120 e il 134 al tempo dell'imperatore Adriano. Diversi eventi miracolosi li risparmiano dalla morte e spingono numerosi pagani a convertirsi.

Pianta
La chiesa presenta una pianta longitudinale ad aula unica divisa in due campate. Al termine della navata vi è l'altare della chiesa e l'abside semicircolare che riporta al sacello dei morti di Bondo, dove sono conservate le ossa di presunti martiri di antiche persecuzioni o pastori locali. Queste ossa sono protagoniste di una certa devozione poiché si ricollegano a esse svariati miracoli. Oltre le mura del sacello sono collocate la torre campanaria e la sagrestia. L’edificio è attualmente in gestione a un gruppo di alpini. Dal punto di vista delle decorazioni la parte presbiteriale risale al 1911 con affreschi di Pietro Cambianica e Giacomo Belotti, mentre nell’aula è possibile vedere tracce di affreschi di XIV-XV secolo.

Caratteristiche esterno
- Il portico: la chiesa presenta un portico che copre la facciata. L'ingresso è sormontato da una decorazione particolare e affiancato in entrambe le parti da oculi ovali. E' un edificio molto semplice, una struttura in mattoni successivamente intonacati.
- Il corpo della chiesa: Questa parte dell'edificio è più alta del portico che lo precede. Antecedentemente costituiva la chiesa vera e propria come è ben visibile dalle murature esterne.
- La torre campanaria: presenta una struttura molto semplice, costruita in epoca di poco posteriore alla chiesa.

SS. Faustino e Giovita ad Adrara San Rocco